Premio Amidei 2016

Ritorna dal 14 al 20 luglio prossimi il Premio Sergio Amidei, Premio internazionale alla migliore Sceneggiatura cinematografica nelle locations di sempre, il Palazzo del Cinema-Hiša Filma e i Parco Coronini-Cronberg di Gorizia. Dedicato a indagare le infinite pieghe della scrittura cinematografica, il Premio Amidei si prepara a festeggiare la 35 edizione con un programma puntuale dedicato al cinema autoriale, ai neo-realismi internazionali e ai consolidati premi alla Migliore Sceneggiatura, all’Opera d’Autore e alla Cultura Cinematografica.

Partendo da questi presupposti, lo scorso 26 maggio si è riunita a Roma la giuria del Premio Amidei – composta dagli sceneggiatori Massimo Gaudioso e Doriana Leodeff, dallo sceneggiatore e regista Francesco Bruni, dal regista Marco Risi, dalla produttrice Silvia D’Amico e l’attrice Giovanna Ralli ma profondamente segnata dall’assenza insostituibile di Ettore Scola, storico Presidente di Giuria nonché sostenitore sincero del premio goriziano – per decretare la rosa dei film in concorso per il Premio Internazionale alla Migliore Sceneggiatura Cinematografica 2016. A contendersi il prestigioso riconoscimento conferito per l’originalità e capacità di sperimentare nuove formule narrative, oltre che per l’attenzione alla realtà sociale e ai temi emergenti del mondo contemporaneo i seguenti titoli: Alaska (Italia, regia: Claudio Cupellini, sceneggiatura: Filippo Gravino, Guido Iuculano, Claudio Cupellini), Perfetti sconosciuti (Italia, regia: Paolo Genovese, sceneggiatura: Paolo Genovese, Filippo Bologna, Paolo Costella, Paola Mammini, Rolando Ravello), Non essere cattivo (Italia, regia: Claudio Caligari, sceneggiatura: Claudio Caligari, Francesca Serafini, Giordano Meacci), La corte (Francia, regia e sceneggiatura: Christian Vincent), Dio esiste e vive solo a Bruxelles (Francia/Belgio/Lussemburgo, regia: Jaco Van Dormael, sceneggiatura: Thomas Gunzig, Jaco Van Dormael), Veloce come il vento (Italia, regia: Matteo Rovere, sceneggiatura: Filippo Gravino, Francesca Manieri, Matteo Rovere), A perfect Day (Spagna, regia e sceneggiatura: Fernando León de Aranoa).

Ritorna anche il Premio all’Opera d’Autore, il riconoscimento più prestigioso che il premio Amidei attribuisce annualmente e che in occasione della 35° edizione verrà attribuito al poliedrico regista, sceneggiatore e autore italiano Carlo Verdone scelto perché – spiega il direttore organizzativo Giuseppe Longo – “idealmente la figura di Carlo Verdone si ricongiunge a quella di Sergio Amidei, che dopo essere stato uno dei fautori del neorealismo si è dedicato alla commedia. Poiché questa voleva essere una versione tutta italiana del Premio Amidei, Carlo Verdone ci è sembrato identificare perfettamente la commedia italiana”.

35° PREMIO INTERNAZIONALE

ALLA MIGLIORE SCENEGGIATURA

CINEMATOGRAFICA “SERGIO AMIDEI”

14 > 20 luglio 2016

Palazzo del Cinema - Hiša Filma

Parco Coronini Cronberg

Gorizia

Vuoi saperne di più?

Si prega di lasciare vuoto questo campo.